Amabili Confini – II Edizione

La CNA Basilicata è fiera di sostenere la seconda edizione del progetto "Amabili Confini".
Amabili Confini è un progetto di rigenerazione sociale delle periferie della città di Matera che viene attuato mediante la narrazione collettiva, ideato da Francesco Mongiello e realizzato dall'associazione culturale "Gigli e Gigliastri". La seconda edizione si svolgerà dal 25 maggio al 23 giugno 2017. Il progetto non è destinatario di alcuna forma di finanziamento pubblico ma viene realizzato grazie al sostegno di partner privati.

Finalità:
Trasformare le periferie in luoghi di bellezza e di memoria, riconnettere l’abitante all’identità storica del quartiere, rafforzare il senso di appartenenza degli abitanti delle periferie alla comunità, abbattere i confini "elitari" della letteratura portandola tra la gente "comune", perché la cultura possa costituire un’opportunità di crescita per ogni individuo e il suo linguaggio universale possa risuonare ovunque, anche e soprattutto nelle periferie.

Periferie:
Mediante avviso pubblico si invitano i residenti dei quartieri della città, suddivisi in cinque macroaree, a scrivere un racconto seguendo un tema prestabilito.

Il tema della seconda edizione sarà: TERRA.
Tra tutti i racconti pervenuti ne vengono scelti 5 tramite sorteggio, per rimarcare l'elemento democratico e "popolare" del progetto, avulso dai canoni del premio letterario: non ci sono giurie, non ci sono accademici, non ci sono esperti che valutano i racconti assegnando punteggi. A ogni quartiere e a ogni racconto viene abbinato un prestigioso scrittore. Oltre ai 5 racconti sorteggiati, il team di Amabili Confini ne sceglierà altri 5 che si siano distinti per la forma, l’intensità, l’inventiva.
Il progetto, in questo senso, intende stimolare la partecipazione attiva degli abitanti facendone emergere le potenzialità narrative e conferendo allo scrittore ospitato il ruolo di "cittadino culturale temporaneo" nella Capitale Europea della Cultura 2019. In tal modo verrà attuato uno dei punti cardine del dossier Matera2019, quello di creare le occasioni “per allargare e qualificare il pubblico della cultura, sperimentando nuovi modelli di ascolto, condivisione e produzione, abbracciando l’idea di un “abitante culturale” che partecipi attivamente ai processi di co-creazione e di co-generazione. La cultura deve tornare a far parte della vita di tutti giorni come pratica, messa in relazione con gli altri, espressione creativa, esercizio di un nuovo modo di apprendere e di sentirsi cittadini”.

Come partecipare:
Ciascun candidato può presentare un solo racconto. I racconti dovranno essere scritti in formato digitale, file WORD (docx, doc) o txt, e svilupparsi per 250 righe al massimo (5 pagine in formato A4). Il nome del file deve contenere il nome ed il cognome del candidato ed, eventualmente, il titolo del racconto. I testi dovranno pervenire entro il 17 aprile 2017.
Per i dettagli collegarsi al sito www.amabiliconfini.it

cna_matera_amabili_confini_2017