CNA: Rinnovato il contratto delle imprese di pulizia artigiane valido per oltre 40.000 imprese e 150.000 lavoratori

COMUNICATO STAMPA

CNA: Rinnovato il contratto delle imprese di pulizia artigiane valido per oltre 40.000 imprese e 150.000 lavoratori

E’ stato sottoscritto nella nottata di ieri fra CNA Unione Servizi alla Comunità, Confartigianato, Casartigiani, Claai, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti-Uil, il contratto collettivo nazionale di lavoro delle imprese di pulizia artigiane, valido per oltre 40.000 imprese e 150.000 lavoratori.

“Si tratta di un importantissimo accordo – ha dichiarato Franco Mingozzi, Presidente dell’Unione Servizi alla Comunità – che sana una vertenza complessa e molto lunga. Attraverso questa intesa è stata finalmente riconfermata l’autonomia contrattuale e la soggettività politica del comparto artigiano”.

Francesco Gennarielli, Vice Presidente dell’Unione Servizi alla Comunità e referente per le imprese di pulizia ha sottolineato che “il rinnovo del contratto consentirà una maggiore competitività delle imprese che potranno affrontare nuove sfide di mercato, a partire dalla partecipazione agli appalti, anche attraverso tabelle ministeriali sul costo orario medio del comparto”.

In una nota della categoria viene inoltre ricordato il valore delle “importantissime intese raggiunte sulla parte normativa che vanno dai contratti a termine senza le causali, fino ad un utilizzo flessibile del part-time, ed al mantenimento della franchigia nel cambio d’appalto nel mercato privato. Per la parte economica è stato definito il riallineamento ad integrale copertura del periodo intercorso dall’ultimo rinnovo”.

Roma, 19 settembre 2014

20140919-113357-41637777.jpg