La Cna esprime grande soddisfazione per l’ammissione di Matera nella short list per la selezione finale della Capitale Europea della Cultura 2019.

Finalmente, afferma Leo Montemurro, dopo aver partecipato al Consiglio Comunale tenutosi ieri a Palazzo Lanfranchi ho percepito e visto una Comunità unita e consapevole che l’obiettivo è alla nostra portata; di qui lo sforzo richiesto per il rush finale
all’intera collettiva, a ciascuno dei 58.000 abitanti di Matera insieme a tutti gli abitanti degli altri 130 Comuni della Basilicata affinché l’intuizione e laa visione di pochi diventi la visione di tutti. Ci adopereremo da subito affinché le imprese, gli operatori economici, le componenti del sistema economico comprendano ancora di più la valenza del risultato sinora raggiunto e soprattutto di quello raggiungibile partecipando attivamente alla fase finale di aggiornamento del dossier di candidatura. Non è più un utopia pensare di essere Capitale Europea della Cultura nel 2019, il lavoro qualificato e passionale dei componenti lo staff del Comitato Matera 2019 lo ha dimostrato; ma da questo momento in poi deve diventare ogni giorno sempre di più la ragion d’essere di tutti i cittadini materani e lucani, il riscatto della Basilicata, di un nuovo modo di essere e agire come Mezzogiorno d’Italia. E’ l’affermarsi di una nuova visione, della costruzione di un futuro migliore basato principalmente ma non esclusivamente sul nostro passato ma soprattutto sulla nostra capacità e volontà di proiettarci nel futuro; su quello che siamo stati e su quello che verremmo essere negli anni a venire. Un contributo per il quale si è ben lavorato che può essere anche l’occasione per ridare fiducia ad una comunità, quella materana, eccessivamente provata dalle difficoltà economiche e sociali di questi ultimi anni. La Cna ha contribuito alla stesura del dossier di candidatura e continuerà a garantire il proprio utile apporto per l’aggiornamento del dossier per la selezione finale.

Matera, 20.11.2013

20131120-120311.jpg