PATENTINO DEL FRIGORISTA:al via i primi corsi a seguito della collaborazione tra Aicarr e CNA Basilicata

Avrà inizio domani 26 giugno 2013 a Matera presso la sede della Cna Provinciale il primo corso della durata di 16 ore propedeutico agli esami per il conseguimento del Patentino del Frigorista frutto della collaborazione siglata tra AICAR – l’Associazione per la Cultura e Tecnica per Energia Uomo Ambiente – e la Cna Basilicata .

L’intesa è volta alla realizzazione del corso di formazione ed esame ai sensi del Regolamento (CE) n°303/2008 della Commissione del 2 aprile 2008, Categoria I.

AICAR si occuperà della formazione teorica suddivisa in due moduli per complessive 16 ore di cui 12 di teoria (dedicate alla legislazione e normativa vigente ai sensi del regolamento CE 842/2006 e Regolamento CE 303/2008, alla termodinamica dei cicli frigoriferi, ai componenti costituenti un circuito frigorifero, alla strumentazione di misura da utilizzare per le operazioni di controllo) e 4 ore di pratica (incentrate sulla installazione e messa in funzione di impianti, sui controlli e procedure da effettuarsi prima di mettere in funzione l’impianto e dopo un arresto prolungato nonché sulle procedure da effettuare in caso di manutenzione ordinaria, straordinaria e durante il normale funzionamento).

L’esame composto da una prova teorica e da una pratica sarà eseguito dagli esaminatori dell’Ente di certificazione ICMQ, organismo accreditato da Accredia e designato dal ministero dell’Ambiente per la certificazione di addetti e imprese, che rilascerà anche le certificazioni che seguono all’esame cui parteciperanno anche gli assistenti esaminatori dell’Aicarr che interverrà in qualità di organo di valutazione.

“La certificazione del personale e delle imprese che utilizzano o maneggiano i gas fluorurati, ricorda Vincenzo Dottorini Presidente di Cna Installazione Impianti, deve essere obbligatoriamente conseguita entro sei mesi dalla iscrizione nel Registro telematico nazionale f-gas, termine che è scaduto lo scorso 11 giugno 2013; al momento tutti coloro che si sono iscritti hanno ottenuto il certificato provvisorio valido 6 mesi; lo stesso nel termine di cui prima dovrà essere sostituito con il certificato definitivo della durata di 10 e cinque anni a seconda che si tratti di persone o imprese”.

“L’adeguamento alle nuove norme non è soltanto un obbligo – conclude Giovanni Coretti Presidente regionale CNA – ma anche una grande opportunità per le imprese di innovarsi sia dal punto di vista del miglioramento del servizio che dal punto di vista etico e di salvaguardia dell’ambiente”.

Matera, 25 giugno 2013