Premio Cambiamenti: Cinque i premiati – T Red start up dell’anno

start-up-cambiamenti

T Red è la start-up dell’anno. Lo ha stabilito la giuria del premio CambiaMenti, organizzato e gestito dalla CNA per riconoscere le nuove imprese (costituite dal primo gennaio 2013) che hanno avuto la capacità di evolvere una tradizione o introdurre un importante mutamento nell’attività svolta e che hanno saputo riscoprire le tradizioni, promuovere il territorio e la comunità, innovare prodotti e processi, costruire il futuro.

La premiazione si è tenuta questa mattina a Roma, con la partecipazione del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e del presidente nazionale e del segretario generale della CNA, Daniele Vaccarino e Sergio Silvestrini.

Una iniziativa alla prima edizione che ha raccolto oltre 600 start-up. Un evidente successo. “Questo perché CambiaMenti ha radici culturali e storiche molto solide – ha spiegato il professor Stefano Micelli, presidente della giuria – il lungo percorso compiuto dalla CNA sul fronte dell’attenzione alle nuove imprese, all’innovazione, alla creatività mai disgiunta dalla capacità di fare impresa. I criteri di CambiaMenti lo dimostrano. Vengono premiate imprese che già affrontano il mercato, dalle idee non rimaste allo stato di slide e che contengano una quota importante di sapere tradizionale nel proprio Dna”.

Oltre che il primo premio assoluto a T Red, riconoscimenti sono stati assegnati ai vincitori dei premi di sezione: Intact di Bari (Innovative e Tecnologiche); Armonie Alimentari di Bibbiano, in provincia di Reggio Emilia, ex aequo con Mida Più di Perugia (Made in Italy e Tradizione); Italian Stories di Riva del Garda, in provincia di Trento (Promozione dell’Italia).

T Red è una start up innovativa attiva nel settore della ricerca applicata al design nata a luglio 2013, con sedi a Piacenza e a Desenzano del Garda. Laboratorio di progettazione, sviluppa produzioni nel segno della sperimentazione di architettura 2.0, design urbano e domestico, mobilità sostenibile. Uno dei suoi prodotti di punta è la BestiaNera, la prima bicicletta ibrida a pesare meno di dieci chilogrammi.

Intact ha creato un dispositivo indossabile che digitalizza numerosi alfabeti basati sul tatto per consentire alle persone cieche e sordo-cieche di utilizzare tutte le funzionalità di uno smartphone o di un tablet, di comunicare con gli altri, di interagire con il mondo esterno.

Armonie Alimentari realizza un prodotto di innovazione alimentare, interamente Made in Italy, a base di Parmigiano Reggiano Dop stagionato 24 mesi, olio di oliva e farina. Mida Più produce un grasso sostitutivo dell’olio di palma, completamente naturale, che deriva alla lavorazione dell’olio di oliva. Italian Stories punta sullo sviluppo del turismo culturale ed esperenziale attraverso lo scambio di competenze tra artigiani e viaggiatori.

A T Red andranno 20mila euro in denaro o come primo investimento in una campagna di crowdfunding oltre e benefit e servizi offerti dalla CNA e dagli sponsor (Artigiancassa, Facebook, Google, Italia Startup, Roland, Starsup). Ai vincitori dei premi di categoria andranno 5mila euro in denaro o come primo investimento in una campagna di crowdfunding oltre a benefit e servizi offerti dalla CNA e dagli sponsor.

A portare la propria testimonianza nel corso della premiazione, con un intervento sui parallelismi tra attività imprenditoriali e sportive, è stato Gian Paolo Montali, uno dei più blasonati tecnici della pallavolo mondiale in seguito dirigente di società calcistiche (membro del consiglio di amministrazione della Juventus, direttore generale della Roma). Per Montali nello sport come nell’impresa c’è bisogno di fare squadra se si vuole vincere. “Per fare una squadra vincente – ha sottolineato – le diversità di un gruppo di risorse umane, solitamente del tutto eterogenee, devono trasformarsi in arricchimenti”. Vincere, però, secondo Montali non basta. “Il problema – ha tenuto a precisare – è diventare vincenti, vale a dire vincere a più riprese. Ma per riuscirci bisogna ribaltare il detto . E’ vero tutto il contrario. I cambiamenti nella vita di un’impresa come di un team sportivo sono fondamentali: chi rimane fermo, chi non innova, chi non si rinnova continuamente, se ha vinto per caso una volta, non vincerà più”.